Gli ambienti umidi

Sono gli ambienti che si incontrano lungo le sponde dei torrenti glaciali, sui suoli sabbiosi periodicamente inondati, e lungo le rive dei laghetti alpini. Sono caratterizzati da suolo sovente ricco di umidità.

Il greto del torrente è composto da terreno pietroso, molto drenato ma allo stesso tempo umido per l’acqua richiamata in superficie per capillarità. Qui prevalgono specie poco appariscenti e monocromatiche: i Salici nani, i Giunchi e le Carici, associate talvolta a piante più vivaci come la Sassifraga autunnale (Saxifraga aizoides) di colore giallo, e il Garofanino di Fleicher (Epilobium fleicheri) di colore fucsia, che, verso la fine dell’estate, con i loro cuscinetti variopinti arricchiscono le sponde dei corsi d’acqua di quota.
Ai margini dei laghetti crescono due specie (Eriophorum angustifolium ed E. scheuchzeri) dai fiori insignificanti, che però a maturità assumono l’aspetto di candidi batuffoli di bambagia.

Quando l’umidità del suolo diminuisce, la cotica erbosa diventa più fitta per la presenza di diverse specie di Ciperacee: è il prato umido, ambiente in cui crescono anche numerose specie di Orchidee e l’Erba cipollina (Allium schoenoprasum), dalle infiorescenze rosa intenso.

© 2016 Fondazione Saussurea O.N.L.U.S.